Bandiere dal mondo

Cile

La bandiera del Cile fu ufficialmente adottata nel 1817. Fu ideata da ufficiali dell’esercito indipendentista ed è formata da una banda orizzontale inferiore di colore rosso che simboleggia il sangue versato nella lotta per l’indipendenza; la banda superiore bianca rappresenta la purezza e la catena montuosa andina, sempre innevata; il quadrato in alto a sinistra, di colore blu simboleggia l’Oceano Pacifico che bagna il Cile in tutta la sua lunghezza; accoglie al centro una stella bianca a cinque punte rappresenta il progresso e l’unità della Repubblica, così come in altri Paesi, e dà il nome alla bandiera chiamata “la Estrella Solitaria”.

Argentina

La bandiera argentina attuale, composta da due strisce azzurre ai bordi ed una bianca al centro è stata ufficialmente accettata il 12 febbraio 1812 come prima bandiera ufficiale. Fu creata dal colonnello Manuel Belgrano, leader rivoluzionario durante la guerra d’indipendenza argentina. Il sole al centro (Sol de Mayo) è stato successivamente inserito ed approvato nel 1818.

I colori della bandiera, che rappresentano il profondo desiderio d’indipendenza del popolo argentino, sono sempre stati oggetto di discussione sia per l’origine che per le tonalità dei colori stessi: secondo un detto popolare le fasce azzurre e quella bianca al centro simboleggiano il vestito della Madonna. La versione ufficiale narra invece che il colonnello Belgrano fu ispirato dal cielo che stava osservando mentre si trovava lungo il fiume Paranà: le due bande azzurre ricordano il colore del cielo mentre il simbolo del Sol de Mayo (sole di maggio) simboleggia la Rivoluzione di Maggio (il 25 Maggio 1810 una rivolta, guidata da Manuel Belgrano, riuscì a deporre il viceré spagnolo dando luogo alla prima Giunta Governativa argentina). Nella tradizione Inca questo sole rappresentava il dio del Sole, Inti.