Tour tra arte e sapori in Friuli Venezia Giulia

5 giorni alla scoperta del Friuli con escursioni giornaliere da Udine
tour su base individuale, con guida italiana

Tour del FriuliViaggio con guida per ammirare la bellezza del Friuli. Il tour offre la comodità di pernottare sempre a Udine, senza cambiare albergo. Da questa bella città, patria natale del Tiepolo, con un ricco programma di escursioni, potremo andare alla scoperta dei dintorni tra la bellezza di cittadine patrimonio Unesco come Cividale del Friuli oppure Spilinbergo, particolarità della regione come la “Scuola del Mosaico” famosa in tutto il mondo e, anche percorrendo la Strada dei Castelli e del Prosciutto, una attenzione speciale sarà data alla gastronomia e al patrimonio vinicolo della regione, tra degustazioni e pranzi a base di prodotti tipici del territorio.
Non abbiamo indicato alcun prezzo poiché il programma di viaggio è personalizzabile e combinabile alle altre proposte sul Friuli.

 

Tour tra arte e sapori in Friuli Venezia Giulia – in breve …

Itinerario

Udine, Villa Manin, Cantina Pittaro a Codroipo, San Daniele del Friuli, Spilimbergo, Cividale del Friuli, colli orientali friulani, Abbazia di Rosazzo, Sacrario Militare di Redipuglia, Trieste

5 giorni / 4 notti

inizio e termine del tour: Udine 
partenze a data libera
riferimento tour: FVG-1A

I plus di questo tour

♥ 4 notti nello stesso hotel, senza quindi necessità di … rifare le valige!

♥ menu con piatti della tradizione 

♥ degustazioni di prodotti tipici: “tajut”, prosciutto DOCG a San Daniele del Friuli, baccalà, dolci tipici, vini

viaggiare in tempi di covid

> Tour tra arte e sapori in Friuli Venezia Giulia – programma:

1° giorno • arrivo a UDINE

tour del friuli - UdineArrivo con mezzi propri a Udine. Sistemazione in albergo. Serata libera. Pernottamento in albergo.
Nella foto: Udine, Loggia del Lionello © foto Ulderica Da Pozzo

2° giorno • UDINE: visita e escursione a Villa Manin • km 50 (prima colazione + pranzo)

viaggio in FriuliPrima colazione e incontro con la guida per iniziare la scoperta di Udine, città che conserva molte testimonianze di uno dei maggiori pittori del ‘700, Giambattista Tiepolo. Si inizia con una passeggiata nel centro storico partendo dalla collina dove si trova il Castello e scendendo verso la parte bassa con le caratteristiche viuzze. Il Castello, uno dei simboli del Friuli, è un imponente edificio cinquecentesco, un tempo residenza dei Patriarchi di Aquileia, che ospita diversi musei e una galleria d’arte con opere del Tiepolo (Giambattista) e del Caravaggio. Scendendo dalla collina, si prosegue verso il centro storico dove troviamo il Duomo (XIII secolo), in stile romanico-gotico la cui Cappella del Santissimo Sacramento fu affrescata dal Tiepolo. Molto particolare la vicina Piazza della Libertà, adornata da statue in marmo bianco. Sotto La Serenissima, Udine prese in prestito da Venezia lo stile urbanistico: la Loggia del Lionello che si ammira nella Piazza della Libertà è un tipico esempio di gotico veneziano, con le fasce bicolori in pietra bianca e rossa simili al Palazzo Ducale di Venezia. Visita al Museo Diocesano al cui interno sono conservate alcune tra le più belle del Tiepolo: a lui si deve il decoro del soffitto dello Scalone d’Onore, della Galleria degli Ospiti e della Sala Rossa.
Sosta presso una tipica osteria udinese per deliziarsi con un “tajùt”.
Pranzo in ristorante con ottimo menù a base di piatti della tradizione friulana: frico, frittata con le erbe, formaggi e salumi del territorio.
Il pomeriggio è dedicato alla visita di Villa Manin, residenza estiva in terraferma di Ludovico Manin, ultimo doge della repubblica di Venezia (1789 – 1797). La villa, edificio dai fasti che ricordano Versailles, simbolo della grandezza e della potenza della famiglia, si trova a Passariano, borgo a mezz’ora circa da Udine. In seguito, visita alla Cantina Pittaro, tra le più interessanti del Friuli dal punto di vista enologico, e dell’annesso Museo Del Vino. È inclusa una degustazione.
Continueremo il nostro viaggio scoprendo uno dei più antichi mulini friulani (risalente al 1450), con tutte le strutture idrauliche d’epoca ancora in funzione. Si potrà assistere alla battitura manuale dello stoccafisso con successiva degustazione di baccalà.
Al termine rientro in hotel.
Cena libera e pernottamento.
Nella foto: Villa Manin © foto Ulderica Da Pozzo

Curiosità: il “tajùt” è una tradizione imperdibile per i friulani, quel momento di assoluta spensieratezza dove ci si ritrova con gli amici poco prima del rientro a casa dal lavoro. Di fatto è un bicchiere di vino, bianco o rosso, che i friulani amano sorseggiare in una osteria tipica, accompagnato da qualche stucchino goloso: qualche fettina di ottimo prosciutto crudo (il San Daniele è il re dei prosciutti crudi!), pane abbrustolito e formaggio…anche in questo caso cosa c’è di meglio che qualche fetta di montasio DOC, il formaggio tipico del Friuli a pasta cotta, semidura e dal morbido e delicato sapore.

3° giorno • UDINE: la strada dei Castelli e del Prosciutto + Spilimbergo • km 75 (prima colazione + pranzo)

viaggio in FriuliDopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza alla volta di San Daniele del Friuli percorrendo la Strada dei Castelli e del Prosciutto, che collega Udine a San Daniele. Durante il percorso si potranno ammirare numerose fortezze medievali lungo una strada che collega alcuni dei centri più importanti del Friuli Collinare, una zona della regione che offre numerosissime proposte turistiche, sotto il profilo storico, artistico, naturalistico ed eno-gastronomico.
All’arrivo, passeggiata guidata nel centro storico di San Daniele del Friuli, deliziosa cittadina adagiata su dolci colline e considerata una delle “perle” del Friuli Venezia Giulia. Internazionalmente conosciuta per il prosciutto dal sapore inimitabile e per la produzione di trota affumicata. Bellissimo il bianco Duomo settecentesco, dedicato a San Michele Arcangelo, nella piazza principale.
Pranzo a base di specialità tradizionali presso un rinomato prosciuttificio, dove degustare l’ottimo prosciutto crudo locale. Visita al museo del prosciutto, ospitato all’interno del ristorante/prosciuttificio.
Nel pomeriggio trasferimento a Spilimbergo, situata sulla sponda destra del fiume Tagliamento, una fra le più belle e interessanti città d’arte del Friuli Venezia Giulia. Le sue origini sono antiche: di epoca romana, vide il suo massimo sviluppo durante il periodo feudale (XI-XII sec) per merito dei Conti Spengenberg, ministeriali del Patriarca e originari della Carinzia. Spilimbergo è anche detta “capitale del mosaico” poiché sede della prestigiosa Scuola Mosaicisti del Friuli, fondata nel 1922 e ormai famosa a livello internazionale.
Suggestiva passeggiata guidata attraverso il centro storico che conserva l’originale impianto medievale e le viuzze ricche di vita: Piazza del Duomo, il Castello e l’annesso Palazzo Dipinto di grande effetto scenico, anto del complesso castellano, l’edificio più importante e di maggior effetto scenico per gli affreschi esterni, la Torre Occidentale e le numerose chiesette che conservano i maggiori esempi regionali di pittura del XIV-XXI sec. Visita della famosa Scuola del Mosaico, testimone del presente di Spilimbergo, città conosciuta in tutto il mondo proprio per merito delle opere eseguite da questi abili artigiani.
Lungo la strada del rientro, sosta per una degustazione di vini delle grave presso una famosa azienda vitivinicola.
Rientro in hotel, cena libera e pernottamento.
Nella foto: San Daniele del Friuli, Chiesa S. Antonio Agata © foto Ulderica Da Pozzo

Una curiosità su San Daniele che forse pochi conoscono: qui si trova una delle più prestigiose biblioteche d’Italia nonché la più antica del Friuli Venezia Giulia ed una delle prime biblioteche pubbliche d’Europa: la Biblioteca Guarneriana. Fondata dall’umanista Guarnerio d’Artegna nel 1466, si trova all’interno dell’ex Palazzo Comunale e vi si conservano 12.000 volumi antichi e oltre 600 manoscritti e codici preziosi, molti dei quali riccamente miniati. Tra questi il Codex Giustiniano, stampato a Venezia nel 1482 con una fine miniatura che rappresenta l’Imperatore Giustiniano.

4° giorno • UDINE: Cividale del Friuli, i colli orientali e il Sacrario di Redipuglia • km 98 (prima colazione + pranzo)

Prima colazione. Incontro con la guida e trasferimento a Cividale del Friuli, antico ducato longobardo e patrimonio mondiale dell’UNESCO. La tradizione vuole che la cittadina sia stata fondata da Giulio Cesare che la chiamò Forum Iulii, da cui viene il nome Friuli. Nel 568 d.C., con la discesa dei Longobardi dalla Pannonia, Cividale divenne sede del primo ducato longobardo in Italia e in seguito, per alcuni secoli, residenza dei Patriarchi di Aquileia.

Cividale del Friuli
Passeggiata guidata attraverso il centro storico durante la quale si potranno ammirare il Duomo dedicato a Maria Assunta, il Tempietto Longobardo (ingresso incluso) una delle più straordinarie e misteriose architetture alto-medievali occidentali.  Sosta presso il famoso Ponte del Diavolo sul fiume Natisone.
Assaggio di dolcetti tipici in una famosa pasticceria locale specializzata nella produzione di Gubana (dolce tipico friulano) e altri prodotti da forno tipici della regione (strudel, strucchi e focacce).
Proseguimento verso la zona dei Colli Orientali Friulani per un pranzo prelibato a base di specialità locali. Dopo pranzo, giro panoramico in pullman tra le vigne ed i vigneti per ammirare il fantastico paesaggio collinare, fino a raggiungere la cantina e degustare quindi i vini del territorio.
Visita alla millenaria e bellissima Abbazia di Rosazzo, a una manciata di chilometri dal confine sloveno e per questa sua posizione ha rappresentato un punto di connessione tra oriente e occidente. Edificata intorno all’anno Mille, l’abbazia è in stile romanico ed è dedicata a San Pietro Apostolo.  Al termine della visita, proseguimento per Redipuglia, dove si potrà visitare il più grande e maestoso Sacrario italiano dedicato ai caduti della Prima Guerra Mondiale. Il Sacrario si trova sulle pendici dei Monti Sei Busi e fu inaugurato il 18 settembre 1938. Custodisce i resti di 100.187 caduti nelle zone circostanti.
Rientro in hotel a Udine.
Cena libera e pernottamento.
Nella foto: Cividale del Friuli © foto Fabrice Gallina

Curiosità: la Gubana, ma anche gubanz e gubaniza, come la chiamano gli sloveni, è un dolce tipico delle Valli del Natisone nel Friuli orientale, al confine con la Slovenia. Delizioso impasto soffice e profumato, a base di frutta secca (noci, nocciole, pinoli) cotto al forno e dalla forma tonda col caratteristico aspetto a chiocciola compatta.

5° giorno • TRIESTE e partenza • km 152 (prima colazione + pranzo)

Dopo la prima colazione, incontro con la guida per partire alla scoperta di una Trieste insolita seguendo un itinerario particolare incentrato sulla figura di Maria Teresa d’Austria. Si potranno ammirare i principali siti storici, come ad esempio il monumento dedicato all’imperatrice Elisabetta “Sissi”, che fece di Trieste una delle sue dimore più amate (Sissi soggiornò nello splendido Castello di Miramare, voluto dal cognato Massimiliano d’Asburgo), proseguendo poi verso il Borgo Teresiano, costruito intorno alla metà del XVIII secolo, fu voluto dall’Imperatore Carlo V e da Maria Teresa d’Austria. Conserva ancora oggi le sue uniche caratteristiche urbanistiche ed architettoniche tipiche dello sviluppo settecentesco della città.
Sosta presso un Caffè Storico, per una degustazione di caffè e pasticcino.
Pranzo di arrivederci presso un tradizionale ristorante/birreria con menù dai sapori mitteleuropei.
Rientro a Udine e fine dei nostri servizi.

tour del friuli da Udine

> Alberghi previsti:

Sistemazione in camere con i servizi privati negli alberghi indicati o similari:

in categoria standard
Giorno 1-4 • UDINE • hotel Friuli – 3 stelle sup.

in categoria superior
Giorno 1-4 • UDINE • hotel Astoria – 4 stelle sup.
Antica dimora del ‘400, nel centro storico della città. Nel 1817 fu acquistata da Luigi Andrea Delfino, il quale ne ha modificato profondamente la struttura. A metà dell’Ottocento sotto la guida dei Signori Bullfoni e Volpato, il palazzo venne trasformato in elegante albergo, prima col nome “Gran Hotel Europa” e successivamente ”Grande Albergo d’Italia”.

Nella foto: Spilinbergo © foto Elio e Stefano Ciol

Tutti i nostri tour in Friuli Venezia Giulia

Tour del Friuli Venezia Giulia

Tour del Friuli Venezia Giulia

6 giorni

Trieste, castello di Miramare, la zona vinicola del Collio, Gorizia, Aquileia, la città-fortezza di Palmanova, Udine, Cividale del Friuli

Partenze con guida italiana, su base individuale

Tour del Friuli

Tour tra arte e sapori in Friuli Venezia Giulia

5 giorni

Udine, Villa Manin, Cantina Pittaro a Codroipo, San Daniele del Friuli, Spilimbergo, Cividale del Friuli, colli orientali friulani, Abbazia di Rosazzo, Sacrario Militare di Redipuglia, Trieste

Partenze con guida italiana, su base individuale

tour del friuli andar per borghi

Tour del Friuli: andar per borghi

5 giorni

Pordenone, Sacile, Polcenigo, Venzone, San Daniele del Friuli, Poffagro, Valvasone, Spilimbergo, Pordenone

Partenze con guida italiana, su base individuale

tour Friuli natura e detox

Tour Friuli: natura & detox

4 giorni

Una proposta bella e particolare, per chi desidera rilassarsi e ritrovare una maggior empatia con la Natura e l’ambiente circostante, lasciandosi accarezzare dal silenzio per ritrovare l’armonia.

Con guide naturalistiche per le attività di camminata, yoga e Forest Bathing

Friuli detox foresta

Itinerario detox tra panorami e sapori friulani

6 giorni

Dedicato a chi vuole ritrovarsi in armonia con il proprio corpo e con l’ambiente circostante. Un itinerario all’insegna del benessere, un vero racconto di cibi antichi e sapori moderni, immersi nella natura verdeggiante e talvolta aspra del Friuli.

Con guide naturalistiche per le attività di camminata, yoga e Forest Bathing

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other