Tour del Friuli Venezia Giulia

Da Trieste a Udine attraverso i luoghi più belli del Friuli-Venezia Giulia
tour su base individuale, con guida italiana

Tour del Friuli Venezia GiuliaTour organizzato del Friuli-Venezia Giulia. Da Trieste a Udine lungo le vie della storia: il bel Castello di Miramare che ancora mantiene gli arredi originali, la città di confine di Gorizia, l’antica città romana di Aquileia, patrimonio Unesco, la città-fortezza rinascimentale di Palmanova con la sua particolare topografia e la particolarità di Udine e Cividale del Friuli. Oltre alle vie della storia … seguiremo anche la “Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia” ! I ristoranti scelti saranno infatti legati a questa strada unica che presenta una straordinaria biodiversità.
Non abbiamo indicato alcun prezzo poiché il programma di viaggio è personalizzabile e combinabile alle altre proposte sul Friuli.

Nella foto: Trieste, Castello di Miramare

 

Tour del Friuli Venezia Giulia – in breve …

Itinerario

Trieste, castello di Miramare, la zona vinicola del Collio, Gorizia, Aquileia, la città-fortezza di Palmanova, Udine, Cividale del Friuli

6 giorni / 5 notti

inizio del tour a Trieste e termine a Udine
partenze a data libera
riferimento tour: FVG-2A

I plus di questo tour

♥ 2 soli cambi di hotel

♥ menu con piatti della tradizione 

♥ degustazioni di prodotti tipici: “tajut”, prosciutto DOCG a San Daniele del Friuli, baccalà, dolci tipici, vini

viaggiare in tempi di covid

> Tour del Friuli Venezia Giulia – programma:

1° giorno • arrivo a TRIESTE

Arrivo con mezzi propri a Trieste. Sistemazione in albergo. Incontro con il nostro rappresentante in loco e saluto di benvenuto. Resto della giornata a disposizione. Pernottamento in albergo.
Nella foto: Trieste, Piazza Unità d’Italia

Tour del Friuli Venezia Giulia

2° giorno • TRIESTE e il CASTELLO DI MIRAMARE • km 50 (prima colazione + pranzo)

tour del Friuli Venezia Giulia - TriestePrima colazione e incontro con l’accompagnatore e la guida locale che illustrerà il programma di visite e vi consegnerà il materiale informativo che contiene le notizie utili e per meglio seguire questo bellissimo itinerario di viaggio. La nostra mattina inizia con la visita guidata del centro storico di Trieste, la più mittel-europea delle città italiane, partendo da Piazza dell’Unità d’Italia, “il salotto sul mare”, tra le piazze più scenografiche e emozionanti della nostra penisola, per proseguire passeggiando nel Borgo Teresiano, centro nevralgico del commercio ai tempi degli Asburgo (deve il nome all’Imperatrice Maria Teresa d’Austria) con i suoi splendidi palazzi neoclassici e il Canal Grande. Molte le chiese ed i luoghi di culto delle tante religioni nel centro storico, così come resti archeologici romani. In pullman raggiungeremo il Colle di San Giusto, con la Basilica, dal quale potremo ammirare dall’alto la città e il golfo.
Pranzo in un ristorante facente parte del progetto “Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia”.
Il pomeriggio è dedicato alla visita del Castello di Miramare, dimora nobiliare che conserva ancora oggi i sontuosi arredi originali. È una delle principali attrazioni di Trieste, costruito tra il 1856 e il 1860 per volere dell’Arciduca Massimiliano d’Asburgo, Imperatore del Messico (nonché fratello dell’Imperatore Francesco Giuseppe) che seguì di persona il progetto ed i lavori e il quale qui visse alcuni anni insieme alla consorte Carlotta Principessa del Belgio. Moltissime le stanze e di particolare pregio sono le “Sale di Massimiliano”, fra le quali la camera da letto arredata come una cabina di una nave, e la “Sala del trono”. Il vasto parco ricco di piante rare, sculture e laghetti, scende con ampi gradoni verso il mare. Nel Castello di Miramare soggiornò, per un certo periodo, anche Sissi, personaggio misterioso e affascinante, dalla complessa e poliedrica personalità, moglie di Francesco Giuseppe.
Al termine rientro a Trieste e resto del tempo a disposizione.
Serata libera e pernottamento.
Nella foto: Trieste, Canal Grande © foto: Massimo Crivellari

Curiosità: la “Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia” è un progetto che riunisce ristoranti, aziende vinicole e produttori del Friuli Venezia Giulia rispettosi dei valori di qualità, genuinità, professionalità, cordialità e unicità dei prodotti. 

3° giorno • TRIESTE: la regione del Collio e Gorizia • km 120 (prima colazione + pranzo)

Friuli Venezia Giulia - vigneti nella zona del CollioPrima colazione. Incontro con l’accompagnatore e partenza per il Collio, zona vinicola d’eccellenza dove si producono alcuni tra i più pregiati vini bianchi del mondo. La zona si trova verso l’estremo lembo orientale della regione, in provincia di Gorizia e a ridosso del confine con la Slovenia. Il nostro percorso panoramico sul Collio prevede anche la sosta per una degustazione di vini tipici in una rinomata azienda vinicola appartenente alla zona Doc “Collio”.
Pranzo in una trattoria-ristorante che aderisce al progetto “Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia”.
Nel pomeriggio partenza per Gorizia, recentemente nominata Capitale Europea della Cultura 2025. Situata ai piedi del Collio, dominata dal suo Castello medievale, Gorizia è città di confine per eccellenza: basti pensare che nella piazza Transalpina, fino al 2004 fisicamente divisa da un muro, si può passeggiare con un piede in Italia e uno in Slovenia nella città gemella di Nova Gorica. Per la sua posizione geografica ha giocato un ruolo centrale nella Mittel-Europa e sotto l’aspetto culturale è stata influenzata dall’incrocio di diverse civiltà: quella latina, quella slava e quella germanica. Oggi le sue strade, la sua architettura e i suoi parchi testimoniano la grande storia di questa città. La visita guidata include la piazza Vittoria, la piazza Transalpina e ed il Castello Medievale, cuore dell’antica Gorizia ed oggi simbolo della città. Il Castello mantiene ancora oggi l’aspetto di una fortezza pur avendo subito nel corso della sua storia millenaria sostanziali trasformazioni: da residenza dei potenti Conti di Gorizia e del Tirolo a guarnigione militare, a caserma. Dall’altura dove è situato lo sguardo spazia sulle dolci distese di colli e su tutta la città abbracciando le architetture medievali, barocche e ottocentesche, così affascinanti da valere a Gorizia il titolo di “Nizza asburgica”. Gorizia è stata tra i luoghi principali della Prima Guerra Mondiale: è previsto del tempo libero per la visita facoltativa (non inclusa nel programma) al Museo della Grande Guerra di Gorizia, il più importante, nel suo genere, sul territorio.
Al termine della visita, rientro a Trieste.
Serata libera e pernottamento.
Nella foto: attraversando la zona del Collio © foto Marco Milani

Curiosità: la Denominazione d’Origine Controllata è stata riconosciuta a gran parte dei vini prodotti con uve pregiate, già dal 1968 e questa area è stata una tra le prime in Italia a ricevere questo ambito riconoscimento. Dai colli di San Floriano ed Oslavia sopra Gorizia a quelli di Ruttars, Lonzano e Vencò sulle sponde dello Judrio, che un tempo segnava il confine fra l’Italia e l’Austria, è un susseguirsi di dolci colline scandite da piccoli borghi, e di vigneti, che si estendono per circa 1.600 ettari. 

4° giorno • TRIESTE / AQUILEIA / PALMANOVA / UDINE • km 100 (prima colazione + pranzo)

Friuli Venezia Giulia tour organizzatoDopo la prima colazione, incontro con l’accompagnatore e partenza verso Aquileia centro strategico dell’Impero Romano e successivamente principale centro per la diffusione del Cristianesimo nell’Europa del nord e dell’est. Dal 1998, per la vastità della sua zona archeologica e il valore artistico dei suoi mosaici paleocristiani pavimentali, Aquileia è Patrimonio Mondiale per l’UNESCO. All’arrivo ci attenderà la guida locale per la visita guidata del sito archeologico e della Basilica di Santa Maria Assunta. Aquileia fu fondata dai Romani nel 181 a.C. ma acquistò un valore strategico e militare sotto l’imperatore Augusto, grazie soprattutto al suo porto fluviale, confermandosi uno dei punti nevralgici e più fiorenti della Roma imperiale. Assieme a Ravenna è il sito archeologico principale dell’Italia settentrionale. Percorrendo in una suggestiva passeggiata archeologica la Via Sacra, incontriamo il foro romano e i resti del porto fluviale, giungendo fino alla splendida Basilica di Santa Maria Assunta, simbolo della città, consacrata nel 1031. Splendido il mosaico pavimentale che sorprende per la ricchezza e precisione dei particolari, scoperto solo all’inizio del XX secolo quando fu rimossa la pavimentazione successiva. É il più vasto in Europa (750 mq) e risale alla prima struttura del IV secolo d.C., raffigurante scene tratte dall’Antico Testamento.
Pranzo in una trattoria-ristorante che aderisce al progetto “Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia”.
Dopo il pranzo, partiamo verso Palmanova, città-fortezza rinascimentale costruita nel 1593 dalla Repubblica di Venezia. Monumento nazionale dal 1960, nel 2017 è entrata a far parte del Patrimonio Unesco e ancora oggi conserva la sua struttura originaria. Con la sua pianta a forma di perfetta stella a nove punte, le porte monumentali di ingresso e le tre cerchie di fortificazioni del XVI, XVII e XIX secolo, Palmanova è al tempo stesso un modello di città ideale rinascimentale e un esempio di architettura militare. Fulcro della rete viaria radiocentrica la Piazza Grande, dalla forma esagonale, al centro esatto della fortezza e sulla quale si affacciano i principali edifici di Palmanova tra i quali il Duomo e il Museo Storico Militare.
Al termine della visita, proseguimento verso Udine. Arrivo e sistemazione in hotel.
Serata libera e pernottamento.
Nella foto: Udine, Loggia del Lionello © foto Ulderica Da Pozzo

Curiosità: Palmanova è una delle città della “numerologia” per eccellenza, fondamentalmente disegnata e costruita sul numero 3 e i suoi multipli, onnipresenti nella sua urbanistica: la sua pianta a forma di stella con 9 punte, 6 le strade principali che con le radiali diventano 18, 3 le fortificazioni murarie, 9 i bastioni, 3 le porte di accesso rivolte verso Cividale del Friuli, Aquileia e Udine, 6 i lati della Piazza Grande. 

5° giorno • UDINE: visita della città e di Cividale del Friuli • km 35 (prima colazione + pranzo)

Prima colazione, incontro con la guida locale e inizio della visita del centro storico di Udine, considerata la capitale storica del Friuli che conserva molte testimonianze di uno dei maggiori pittori del ‘700, Giambattista Tiepolo. Ha un fascino veneziano e il suo Castello, uno dei simboli del Friuli, è un imponente edificio cinquecentesco, un tempo residenza dei Patriarchi di Aquileia. Al suo interno diversi musei e una galleria d’arte con opere del Tiepolo e del Caravaggio (è inclusa la visita delle Gallerie del Tiepolo all’interno del Palazzo Patriarcale). Scendendo dalla collina, si prosegue verso il centro storico dove troviamo il Duomo (XIII secolo), in stile romanico-gotico la cui Cappella del Santissimo Sacramento fu affrescata dal Tiepolo. Molto particolare la vicina Piazza della Libertà, adornata da statue in marmo bianco e definita “la più bella piazza veneziana sulla terraferma”. Sotto La Serenissima, Udine prese in prestito da Venezia lo stile urbanistico: la Loggia del Lionello che si ammira nella Piazza della Libertà è un tipico esempio di gotico veneziano, con le fasce bicolori in pietra bianca e rossa simili al Palazzo Ducale di Venezia.
Pranzo in una trattoria-ristorante che aderisce al progetto “Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia”.

Cividale del Friuli

Il pomeriggio lo dedichiamo alla visita di Cividale del Friuli, antico ducato longobardo e patrimonio mondiale dell’UNESCO. La tradizione vuole che la cittadina, un semplice castrum di natura militare, sia stata fondata da Giulio Cesare che la chiamò Forum Iulii, da cui viene il nome Friuli. Nel 568 d.C., con la discesa dei Longobardi dalla Pannonia, Cividale divenne sede del primo ducato longobardo in Italia e in seguito, per alcuni secoli, residenza dei Patriarchi di Aquileia.
Passeggiata guidata lungo il centro storico durante la quale si potranno ammirare il Duomo dedicato a Maria Assunta, il Tempietto Longobardo (ingresso incluso) una delle più straordinarie e misteriose architetture alto-medievali occidentali. È inclusa la visita al Museo Archeologico Nazionale, situato all’interno del Castello e segue un percorso espositivo innovativo con le sale dedicate agli innumerevoli reperti archeologici che vanno dai vasi risalenti alla Magna Grecia fino all’Alto medioevo.
Al termine della visita, rientro a Udine. Serata libera e pernottamento.
Nella foto: Cividale del Friuli © foto Fabrice Gallina

6° giorno • UDINE e partenza (prima colazione)

Prima colazione e termine dei nostri servizi.
Rientro libero (non incluso) a Trieste oppure proseguimento, con mezzi propri, verso la destinazione successiva.

Nota: possibilità di prenotare un treno, un autobus regionale o un’auto privata per il rientro a Trieste. Quotazione su richiesta.

tour del Friuli Venezia Giulia

> Alberghi previsti:

Sistemazione in camere con i servizi privati negli alberghi indicati o similari:
Giorno 1-2-3 • TRIESTE • B&B hotel Trieste  – 3 stelle sup.
Giorno 4-5 • UDINE • B&B hotel Udine – 3 stelle sup.

Nella foto: Palmanova © foto Ulderica Da Pozzo

Tutti i nostri tour in Friuli Venezia Giulia

Tour del Friuli Venezia Giulia

Tour del Friuli Venezia Giulia

6 giorni

Trieste, castello di Miramare, la zona vinicola del Collio, Gorizia, Aquileia, la città-fortezza di Palmanova, Udine, Cividale del Friuli

Partenze con guida italiana, su base individuale

Tour del Friuli

Tour tra arte e sapori in Friuli Venezia Giulia

5 giorni

Udine, Villa Manin, Cantina Pittaro a Codroipo, San Daniele del Friuli, Spilimbergo, Cividale del Friuli, colli orientali friulani, Abbazia di Rosazzo, Sacrario Militare di Redipuglia, Trieste

Partenze con guida italiana, su base individuale

tour del friuli andar per borghi

Tour del Friuli: andar per borghi

5 giorni

Pordenone, Sacile, Polcenigo, Venzone, San Daniele del Friuli, Poffagro, Valvasone, Spilimbergo, Pordenone

Partenze con guida italiana, su base individuale

tour Friuli natura e detox

Tour Friuli: natura & detox

4 giorni

Una proposta bella e particolare, per chi desidera rilassarsi e ritrovare una maggior empatia con la Natura e l’ambiente circostante, lasciandosi accarezzare dal silenzio per ritrovare l’armonia.

Con guide naturalistiche per le attività di camminata, yoga e Forest Bathing

Friuli detox foresta

Itinerario detox tra panorami e sapori friulani

6 giorni

Dedicato a chi vuole ritrovarsi in armonia con il proprio corpo e con l’ambiente circostante. Un itinerario all’insegna del benessere, un vero racconto di cibi antichi e sapori moderni, immersi nella natura verdeggiante e talvolta aspra del Friuli.

Con guide naturalistiche per le attività di camminata, yoga e Forest Bathing

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other